Crevacuore 2019 14 Aprile lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Crevacuore 2019 14 Aprile lungo

INFO

 


 
 

19 Aprile 2019


Masters Beta 2018 Crevacuore (Biella) 14  Aprile 2019
classifiche e commento completo
organizzazione Motoclub Valsessera



Dal centro Sportivo di Crevacuore in provincia di Biella è partita la nuova stagione del Trial Master Beta, torneo monomarca giunto alla ventinovesima edizione.

Il primo dei cinque appuntamenti in programma ha visto il Motoclub Valsessera allestire le sezioni, avvalendosi la domenica della collaborazione dei motoclub Valli Biellesi e Valsesia che hanno fornito personale di servizio.

Una cooperazione tra sodalizi intrapresa da diversi anni e che ad ogni appuntamento contribuisce alla buona riuscita della giornata di gara.

Fortunatamente la pioggia prevista per tutta la giornata si è presentata intorno alle 14:30, permettendo ai partecipanti di affrontare almeno due terzi di gara con un terreno ideale.

La forte pioggia non ha spaventato i giovani George e Harry Hemingway, piloti inglesi che stanno seguendo le orme del padre Dan e del cugino Dougie Lampkin, presenti a questa prova per allenarsi in vista delle due tappe del Campionato Europeo in programma a Pietramurata e Monza nei prossimi weekend.

Importante il numero di piloti giunti a Crevacuore, i  75  “Betisti” al via in buona parte si sono schierati nella classe Minitrial, il futuro della specialità.

Inizio di stagione spumeggiante per la massima categoria del Trial Masters Beta.
La TR2 a Crevacuore e per il resto della stagione vedrà in gara un poker di piloti che possono giocarsi il titolo fino all’ultima gara.
Il giovane Stefano Bertolotti (25 Pen.) riesce a cogliere il successo alla penultima zona e a regalare uno degli ori di giornata al Team Rabino Sport.
Un cinque risulta fatale ad Andrea Vaccaretti del Team Locca Miglio (27 pt.), pilota di lunga esperienza, capace di vincere una prova nel tricolore contro piloti del calibro di Fabio Lenzi e Diego Bosis.
Bronzo di giornata Marco Fioletti del Motoclub Lazzate, un altro giovane che ha conquistato qualche stagione fa la vittoria finale nel torneo iridato classe 125cc e che solo alle ultime due zone perde terreno da Bertolotti e Vaccaretti; per il lombardo 34 punti.

Nonostante il passaggio dalla Evo 2 Tempi alla versione a 4 Tempi, Andrea Soulier non manca l’appuntamento con il gradino più alto del podio della TR3.
Il portacolori del Team Rabino Sport vincitore del Trofeo 2017 e 18, non vuole lasciare spazio ai giovanissimi avversari chiudendo con 20 punti.
Al primo anno nella classe Tr3, Cristian Bassi del Team 3D affronta la gara insieme al compagno di squadra Marco Pedrinazzi, per il sedicenne lombardo una condotta di gara regolare gli permette di terminare con 31 appoggi, tre in meno di Pedrinazzi che, nel giro inaugurale fatica a prendere il ritmo recuperando poi posizioni fino al terzo posto.

Non lascia spazio agli avversari Marco Quartagno del Team Motomania,  con solo 19 appoggi doppia gli avversari della classe TR3 OPEN, impegnati tra le frecce contraddistinte dai colori giallo-verdi.
Roberto Prina del Team Rabino secondo con 39 penalità, non è certo un pilota che demorde e nei prossimi appuntamenti cercherà di avvicinarsi e battere il pilota ossolano.
Applausi per il giovanissimo pilota inglese Harry Hemingway, giovane promessa del trial d'oltremanica, terzo con 51 appoggi.

Gara di casa e vittoria per Patrik Vigna nella TR4.
Il pilota del Motoclub Valsessera  nel terzo giro ha creato il solco tra se e gli avversari, andando a chiudere con un totale di 17 appoggi.
Marco Giovacchini del Motoclub Crociati di Parma, passato dall’enduro al trial da un anno, con 21 punti precede Andrea Scaciga, portacolori del Motoclub Domo ’70 che chiude con 24.

TR4 OPEN con protagonisti tre piloti dalla lunga esperienza agonistica.
Fabrizio Barre del Team Rabino Sport parte velocissimo per evitare la pioggia e conducendo con attenzione nelle no stop la sua Evo Factory, conclude con 3 punti, facendo così suo il primo successo stagionale.
Zona 3 indigesta per Enzo Rolle del Motoclub Valli del Canavese che, accumula tutte e nove le penalità totali in questa sezione.
Stesso punteggio, ma due passaggi a zero in meno, per Giuliano Fobelli del Motoclub domo ’70 che, completa un podio interamente occupato da piemontesi.


Percorso giallo per la classe FEMMINILE che vede in gara Margherita Cottura del Team Locca Miglio, la giovane pilotessa valsesiana chiude con 77 ed insieme ad Alex Brancati (impegnata nelle sezioni verdi della Tr3) ha dato un tocco di rosa alle categorie che hanno affrontato il percorso con 8 no stop.

Prove tecniche ed impegnative anche nella TR5, classe dove spesso il successo vede i protagonisti chiudere con punteggi vicinissimi alle zero penalità.
Bruno Palamana del Motoclub Domo ’70 ad ogni giro toglie un punto e chiude con un totale di 6, due in meno di Andrea Coello del Motoclub Valli del Canavese, che insieme a Renzo Bounous (13 pt.) completa un podio interamente composto da centauri piemontesi.

Prova in solitaria per Franco Pesce nella VINTAGE alla guida dell’ultima versione della Techno, mezzo che nel 1999 vinse il titolo iridato con Dougie Lampkin, il pilota genovese chiude la prova con 28 punti nel percorso contraddistinto dalle frecce bianche.

Frecce verdi per il percorso della classe regina della MINITRIAL, la A.
Mirko Pedretti del Team 3D ottiene il successo di tappa concludendo le 15 prove con una media di un punto a sezione, dimezzando ad ogni giro il proprio score.
Debutto nel Master Beta in sella alla Evo 125 per Simone Lissa del Team Locca che, giro dopo giro abbassa i punteggi concludendo a 43.

Giallo invece il colore delle bandierine per la MINITRIAL B, dal risultato incerto fino all’ultima sezione, grazie all’avvincente lotta tra Thomas Bisaccia del Motoclub Rio Lanza, Matteo Cella e Federico Menegatti, entrambi del Team Pro Park Genova, che salgono sul podio in quest’ordine con rispettivamente, 14, 18 e 18 penalità.

Ben 13 i minitrialisti al via della classe C.
Gabriele Vietti Violi del Motoclub Domo ’70 alla guida di una Evo 80cc, fa suo il gradino più alto del podio terminando a 5, con l’ultima tornata chiusa a 0.
Lorenzo Annovazzi del Gruppo Sportivo Fiamme Oro è argento, ma viene tallonato fino all’ultimo metro di gara da William Franzoni del Motoclub Susa Tour & Adventures, a separarli dopo le 15 sezioni  solo due appoggi (14 a 16).

Penultima classe che andiamo ad analizzare è la MINITRIAL C1, dove a primeggiare è Giulio Frassati del Motoclub Valsesia che insieme al compagno di club Kevin Marcu Correia Da Veiga chiudono rispettivamente con 30 e 46 penalità totali.

Propulsore ad impatto zero per Michele Vietti Violi del Motoclub Domo’70 che alla guida della Evo Electric XL vince la prova di Crevacuore classe MINITRIAL D con soli 11 appoggi.

Prossimo appuntamento il 25 Aprile a Montecrestese, in provincia di Verbania, con la regia del Motoclub Domo ’70.




GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA

CLASSIFICA

CLASSIFICHE DETTAGLIATE

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu