Crodo 2017 lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Crodo 2017 lungo

INFO

 


 
 

5 Maggio 2017


Masters Beta 2017 Crodo 30 aprile e 1 Maggio

commento completo
organizzazione Motoclub Domo'70


Doppia giornata di gara per la prova di Crodo in provincia di Verbania.

Tempo coperto domenica e pioggia, freddo e alcuni fiocchi di neve per questa prova allestita dal Motoclub Domo '70.

Otto le zone per i piloti over 16 con zona uno differenziata per TR1, 2 e 3 a fianco alla partenza, mentre una dedicata alle altre classi con ben sei prove inserite nell'area trial intitolata a Davide Magliocco, pilota distintosi in gare nazionali ed internazionali negli anni 90 e prematuramente scomparso.

Per gli Juniores invece due prove zone in meno tutte con la 3 e 6 insieme agli altri piloti tutte nell'area trial.

Ottantacinque partenti e notevole partecipazione da parte dei giovanissimi anche in questo appuntamento la domenica mentre lunedì la pioggia ha visto ridursi a 70 il numero di piloti al via.

Doppio impegno per i piloti del Masters Beta nel weekend lungo del 1° Maggio con diverse classi che hanno visto in entrambi i giorni gli stessi piloti.

Iscrittosi per la gara di Domenica, Francesco Iolitta (Team Francesco Iolitta Racing), ha dovuto dare forfait a causa dell’influenza, la TR1 ha quindi trovato in Filippo Locca l’unico rappresentante (il Lunedì), il quale ha affrontato la gara per prepararsi al tricolore di Tolmezzo e seguire gli amici del Team Locca Miglio.

Nella TR2 dopo una stagione 2016 vissuta sull’incertezza del vincitore finale, la nuova edizione vede in Stefano Garnero del Team Rabino il dittatore.
Il piemontese dopo il successo di Ceriale a Crodo ha vinto entrambe le giornate, con un vantaggio enorme sugli avversari, rispettivamente 5 punti totali domenica e 21 Lunedì.
Campione 2016 Davide Coppi del Team Locca Miglio non aveva iniziato al meglio la propria stagione (chiudendo settimo a Ceriale); a Crodo è arrivato il pronto riscatto del pilota di Omegna con due argenti (30 e 60 pt totali).
Terzo posto per Carlo Alberto Rabino del Team Rabino Sport che con 44 e 69 appoggi, porta (insieme a Garnero) il casco con i colori giallo,verde e blu che la squadra piemontese ha adottato per onorare Ayrton Senna.
In campionato Garnero è leader a punteggio pieno con Coppi che recupera salendo al secondo a pari punti con Rabino a -15.

Doppietta sempre per il Team Rabino con Andrea Soulier nella TR3, l’esperto piemontese nella prima giornata prevale di due punti su Luca Poncia (Team 3D 9 pen.), mentre nella seconda sfrutta tutta l’esperienza acquisita in molti anni di gare, andando a chiudere con 26 punti di vantaggio su Marco Pedrinazzi del Team 3D che termina con 46.
Bronzo domenica è stato Matteo Marenghi del Motoclub Rio Lanza il quale nella seconda giornata, terminando al settimo posto, consegna la tabella di leader a Soulier, mentre lunedì è Poncia a far suo il terzo gradino del podio.
Al giro di boa Soulier conduce con 53 seguito da Poncia a quota 47 e Marenghi con 46.


Probabilmente si risolverà a Rignano la classe TR4.

Marco Quartagno del Team Motomania, vincitore della scorsa edizione del Masters, a Crodo ha iniziato la risalita verso le posizioni che contano andando a vincere entrambe le giornate.
Il piemontese domenica ha vinto chiudendo a zero tutte le zone, mentre lunedì sui viscidi passaggi ha accusato 34 appoggi, cinque in meno di Giorgio Donaggio del Motoclub Albenga che, dopo la vittoria nella gara di casa, ha terminato rispettivamente con 6 e 39 punti mantenendo la leadership nel trofeo.
Fotocopia della prima giornata anche per Fabrizio Barre (9pt domenica e 46 lunedì) del Team Rabino il quale, domenica sbaglia alla zona uno iniziando subito con cinque punti, mentre nelle restanti ventitré prove ne aggiunge solo tre.
Lunedì invece riesce a chiudere il primo giro con solo cinque punti che insieme allo score della tornata iniziale lo portano in testa alla gara, nel terzo giro pioggia, freddo ed il fango bloccano il piemontese che accusa ben 25 punti in otto zone.  

Nel Trofeo dopo tre tappe troviamo Donaggio leader con 54 punti seguito a -4 da Quartagno e a 13 lunghezze Barre.

Scambio di posizioni nella FEMMINILE tra Alex Brancati del Top Trial Team vincitrice nella prima giornata e Sara Trentini (Team Off Road Park) che ventiquattro ore dopo ha fatto suo il successo.

Alex domenica dopo un primo giro concluso con lo stesso punteggio di Sara, ha preso il largo andando a conquistare il gradino più alto del podio, concedendosi un ultima tornata esente da errori.
Sei penalità per la ligure contro le tredici della trentina.
Sul terreno pesante di lunedì invece l'esperienza di Sara (44pt.) è servita a superare Alex (65pt.).

Con il successo del 1° Maggio la pilotessa del Off Road Park torna in vetta alla classifica con un vantaggio di tre punti (57 a 54) sulla portacolori del Top Trial Team, Martina Balducchi del Motoclub della Superba è terza con 15.


Per anni la TR5 ha visto il dominio di Vittorio Rolandi del Team Motomania interrotto lo scorso anno dal compagno di squadra Massimo Sartoretti.
Nel 2017 la TR5 ha trovato in Antonio Carvelli del Motoclub Valli del Canavese il nuovo dominatore.
Il piemontese in tre prove ha colto altrettanti successi, un solo appoggio domenica nella penultima prova del terzo passaggio e 38 nella viscida giornata di Lunedì, lo vedono ora leader con un vantaggio di undici punti su Stefano Agostini (Team Motomania) che, nella gara di casa ottiene un argento (2 pt.) e un quinto con 48 appoggi (in campionato vale però il terzo posto).
Bruno Palamara contribuisce a rendere speciale la giornata dei piloti del Domo '70 e Team Motomania con il secondo di Lunedì.
Due bronzi per Hans Zenklusen, unico pilota straniero al via che termina rispettivamente con 6 e 43 appoggi.
Antonio Carvelli comanda con 60 punti seguito da Agostini con 49 e Palamara 43.


Massimiliano Delli Paoli del Motoclub Rio Lanza occupa il gradino più alto del podio nella VINTAGE il 30 Aprile (6 appoggi) seguito da Franco Pesce del Motoclub della Superba, terzo nella prima gara (a seguito della penalizzazione aggiuntiva di cinque punti per aver partecipato con una moto raffreddata a liquido) al via con una Tr 34 del 1989 che, termina con 15 e coglie il successo lunedì con 52 punti.
Primo a Ceriale, Valerio Battistini (Tr34 1989) regala al Superba un terzo ed un secondo di giornata con 39 e 69 come score.
Campionato ora che vede in Franco Pesce il nuovo leader (55 pt.) seguito a -3 da Battistini lontano 38 lunghezze.


Sei zone e tre giri la formula di gara per gli Juniores che, nel Trial Park Davide Magliocco hanno lottato per il successo.

Probabilmente la classe più bella da seguire del Masters Beta 2017 è la JUNIORES B.
Quattro piloti in lizza per le prime posizioni che si alternano in ogni tappa, rendendo interessantissimo il torneo.

Tre vincitori in altrettante giornate nella B con Cristian Bassi (Team 3D), Salvatore Scopelliti (Motoclub della Superba) e Simone Soulier (Team Rabino Sport) che, hanno occupato nei tre appuntamenti il gradino più alto.

La prima prova ha visto Scopelliti oro con 8 appoggi, seguito da Mattia Piana del Team Locca Miglio che con 14 è riuscito a superare Cristian Bassi e Simone Soulier entrambi a 16, ma con il primo che grazie a 11 passaggi a zero, contro i 9 dell'avversario, riesce a portare a casa il bronzo.

Lunedì invece Soulier (17 pt.) prende il largo nei primi giri e controlla nel terzo andando a chiudere con una penalità di vantaggio su Bassi, mentre Scopelliti scivola al terzo posto con 28.

A mezzana Mortigliengo il campionato ripartirà con Bassi e Scopelliti a pari punti (52) seguiti da Soulier e Piana rispettivamente con 46 e 45.


Tris per Andrea Di Stasi del Motoclub Rio Lanza nella JUNIORES C.

Il lombardo domenica chiude con un solo errore tallonato da Andrea Sofia Rabino (Team Rabino Sport) con 4, mentre Simone Lissa del Locca Miglio è terzo con 24.

Lunedì le viscide prove allestite dai soci del Domo '70 fanno pensare ad un aumento di penalità totali ed invece i risultati dei primi due rimangono immutati, addirittura anche nel numero di penalità!

Di Stasi replica con 1, stesso discorso per Sofia con 4 che devono guardarsi da Lissa che con 9 ritorna ad impensierire gli avversari.

I podi delle due giornate rispecchiano la graduatoria di campionato che, vede Di Stasi con 60 punti seguito da Rabino a 51 e Lissa con 45.

Un giro a zero e 11 appoggi totali regalano a Lorenzo Annovazzi del Motoclub Lazzate il successo della prima giornata di Crodo classe JUNIORES C1.
Il lombardo precede Michele Oberburger del Motoclub Trial Team Suedt Tirol e Nicolò Marcomini del Rio Lanza che, chiudono rispettivamente con 40 e 43.
Lunedì invece Oberburger con 32 vince la giornata.

In campionato Oberburger è leader con 60 punti.

Sfida elettrica per il successo nella JUNIORES D dove Nicola Corsini del Tema Cellati termina con solo tre appoggi le 18 sezioni, tallonato da Lorenzo Zeccarelli del Team Motomania a due punti dal vincitore.

Lunedì identico gap, ma posizioni invertite, con il piemontese che per 13 a 15 supera il lombardo.

Zeccarelli comanda con 57 punti davanti a Corsini, assente nella prova di Ceriale, a -20 dalla leadership con la possibilità di scartare lo zero ligure a fine campionato.

Si chiude così la seconda e terza tappa del Masters 2017 mentre il paddock & dintorni verrà trattato in un articolo a parte.

Continuate a seguirci.


Foto e testo Christian Valeri


CLASSIFICHE


GALLERIA FOTOGRAFICA 30 APRILE


GALLERIA FOTOGRAFICA 1 MAGGIO

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu